Green, Elizabeth (Cagliari) – Ordinaria

Elisabeth Green
socia ordinaria

Nata nel 1953 in Inghilterra , si è trasferita in Italia negli anni Settanta del secolo scorso. Protestante, ha studiata al seminario internazionale battista di Rüschlikon, Svizzera laureandosi con una tesi sul concetto di peccato nella teologia femminista (1983) e sul metodo di correlazione di David Tracy (1985). Ha ottenuto il dottorato in teologia presso l’Università Pontificia di Salamanca, Spagna con una tesi sull’interfaccia tra teologia, femminismo e ecologia.

Pastora dell’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia dal 1989, ha svolto il suo ministero in Puglie, Basilicata, Toscana. Attualmente è pastora delle chiese battiste di Cagliari e Carbonia. Ha insegnato presso la Facoltà Valdese di Teologia a Roma, il seminario battista di Rüschlikon, e ha tenuto la Thomas Burns Memorial Lectures presso l’Università di Otago, New Zealand.

E’ stata corresponsabile del Decennio di solidarietà delle chiese con le donne (1988-1998) per conto della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e vice presidente dell’Associazione Europea delle Donne Teologhe. E’ portavoce delle istanze della teologia femminista in ambito ecumenico a livello universitario e di base.

Formatasi sui testi delle prime teologhe femministe, Mary Daly, Rosemary Ruether e Elisabeth Schüssler Fiorenza, e facendo un uso eclettico del pensiero delle donne, si occupa soprattutto di ermeneutica e esegesi biblica, di cristianesimo e violenza sulle donne e di questioni di genere e sessualità in riferimento a Dio.