Archivio CTI

Editoriale [ Il solstizio e le strade ]

di Cristina Simonelli

riga-editoriale

La notte verso la fine di dicembre si fa lunghissima e per questo si cerca la luce, perché i giorni possano trovare un appiglio, le persone una speranza e un conforto. Questa condizione ha dato origine – sia pure in realtà soltanto in una metà del mondo, quella dell’emisfero boreale – a molte feste: Saturnalia e Nascita del Sole invitto a Roma, Yule nordica, Channukah ebraica, Natale cristiano. Paura di tutti e speranza di tutti che non sopporta recinzioni ed esclusioni. L’anno si chiude e si ri/apre con un pensiero di nascita, con una pratica materna perché la notte dei conflitti diventi alba di pace, come in questo canto cui affidiamo il nostro augurio: http://kabbaland.com/MLH/la-preghiera-delle-madri-ebree-musulmane-cristiane/. Troppe sono le morti e le macerie che interrompono questo canto, a cominciare da quelle di Aleppo, che sembrano non finire mai, fino a quelle di Berlino che portano nel cuore dell’Europa un frammento delle guerre del mondo. Per questo tuttavia hanno senso tutte le luci e le piccole candele, così come i gesti e le preghiere di chi cerca le vie della pace. Una profezia, meno nota di quella che vede il lupo riposare con l’agnello e le armi trasformate in strumenti di lavoro, proclama infatti “in quel giorno” l’esistenza di una strada di pace (Is 19, 23-25) tra i popoli che in quel testo biblico sono nemici per eccellenza, Egitto e Assiria. Questa visione dei tempi messianici, promessa di shalom, «tutela l’esistenza di una diversità non conflittuale» (Piero Stefani, Luce per le genti, p.29). In tale quadro l’identità di elezione è svolta come benedizione, radicalmente inclusiva.

LEGGI TUTTO

riga-editoriale

Comunicazioni

locadina-riforma-finale-3Convegno Internazionale

La Bibbia e le Donne
a partire dalla Riforma

Roma 5-6 maggio 2017
PROGRAMMA | SCHEDA ISCRIZIONE 

Per le socie:
Assemblea  il 7 maggio 2017,
dopo il Convegno


Vorremmo inoltre rendere possibile contattare ogni iscritta/o direttamente dalla pagina personale: chi vuole aderire, mandi la liberatoria [Liberatoria], stampata e firmata, alla Segreteria CTI (presso Redazione ComboniFem, Via Cesiolo 46 – 37126 Verona)

Comunicato Stampa

  • CONVEGNO 29 Ottobre 2016 “Donne diaconato. Un ministero im-possibile?”: comunicato stampa

Segnaliamo

riga-editoriale

 

Uno spazio nuovo promosso dal CTI dove trovare e segnalare Biblioteche che danno spazio alla biografia femminile / femminista / di genere. bibliotecamica


ASSOCIAZIONI & COLLABORAZIONI

banner-eswtrbanner-ATIbanner-EATWOT banner-EUROTHEObanner-presenzaDonna banner-combonifembanner-magbanner-mediterraneosocialecati


Seguici su Facebook!

BANNER-FB-CTI

Share Button