11.10.2018, VENEZIA: Convegno sull’”alleanza tra uomo e donna” con il patriarca Moraglia

Quando:
11 ottobre 2018@17:30–18:30
2018-10-11T17:30:00+02:00
2018-10-11T18:30:00+02:00
Dove:
Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Ricomprendere la polarità, la differenza e l’alleanza uomo-donna in una prospettiva nuova e attraverso un’indagine multidisciplinare, che tenga conto della prospettiva filosofica e antropologica ma anche di quella sociale e giuridica è l’obiettivo del convegno “Alleanza donna e uomo: diritti, limiti, risorse” che si svolgerà a Venezia, presso la Scuola Grande di San Rocco, giovedì 11 ottobre (dalle ore 17).

Interverranno Marta Rodriguez, direttrice Istituto studi superiori sulla donna (Issd) – Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, e il consigliere Adelchi d’Ippolito, procuratore della Repubblica vicario di Venezia. Saranno inoltre proposte testimonianze di Agnese Lunardelli, presidente Pmi – Confindustria Venezia, e Alessandra Nigri, consulente finanziario. A trarre le conclusioni il patriarca Francesco Moraglia. L’iniziativa è promossa dall’Ufficio cultura del Patriarcato di Venezia in collaborazione con l’Issd, la sezione veneziana dell’Unione giuristi cattolici italiani e la Scuola diocesana di teologia S. Marco Evangelista.

L’incontro coincide anche con la prolusione di inizio anno accademico della Scuola teologica diocesana per le zona di Venezia, Mestre e terraferma. Presentando l’appuntamento, i promotori richiamano il monito di Papa Francesco: “L’alleanza dell’uomo e della donna è chiamata a prendere nelle sue mani la regia dell’intera società”, un invito “alla responsabilità per il mondo, nella cultura e nella politica, nel lavoro e nell’economia; e anche nella Chiesa”. Non si tratta di pari opportunità ma di “intesa degli uomini e delle donne” chiamati “a parlarsi, con amore di ciò che devono fare perché la convivenza umana si realizzi nella luce dell’amore di Dio per ogni creatura”, e ad “allearsi, perché nessuno dei due – né l’uomo da solo, né la donna da sola – è in grado di assumersi questa responsabilità”.

Questo elemento è stato inserito in . Aggiungilo ai segnalibri.