Marchiori, Nausicaa (Desenzano) – Aggregata

Marchiori Nausicaa
Socia Aggregata

Originaria del Lago di Garda, si laurea in Scienze Religiose presso l’Istituto “San Pietro Martire”, a Verona, dove inoltre ottiene l’idoneità all’insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado.

A Padova, presso la Facoltà Teologica del Triveneto, ottiene il Baccalaureato in Sacra Teologia con una tesi dal titolo Il coraggio dell’incontro. L’ecumenismo di Marianita Montresor.

Prosegue gli studi presso L’Istituto di Studi Ecumenici “San Bernardino” di Venezia, incorporato alla Pontificia Università Antonianum (Roma), in cui è licenzianda. Presso lo stesso Istituto ha, inoltre, frequentato un Master di I livello in dialogo interreligioso.

Per le edizioni Il Rio, ha pubblicato Tessuti di voci. Il coro Santa Maria Maddalena tra unisono e polifonia – Mantova 2017

Collabora con il Segretariato Attività Ecumeniche (SAE) di cui, nel 2019, ha curato gli Atti della 56ᵃ Sessione di Formazione Ecumenica.

Contributi in Testi:

    • Marchiori, La terra sacra dell’altro, in Salvarani – Dal Corso, “Ho parlato chiaramente al mondo”. Per una teologia pubblica ecumenica, Cittadella, 2020.

Contributi sulla rivista “Studi Ecumenici”:

    • Senza Tradizione non c’è futuro. Da esegeta a pioniere dell’ecumenismo: il cardinale Agostino Bea a 50 anni dalla scomparsa, in Studi Ecumenici 36 (2018).
    • Il coraggio dell’incontro. Marianita Montresor: il cammino di una donna cristiana, in Studi Ecumenici 1-2 (2019).