Vantini, Lucia – Curriculum

Formazione e area di ricerca

Il mio campo di studi gravita attorno ai rapporti tra la filosofia e la teologia contemporanee e mira ad approfondire l’esperienza umana della libertà incarnata e spartita insieme, con i limiti della finitezza ma anche con le aperture ad altro che in essa si trovano inscritte. In ascolto di una contemporaneità paradossalmente attraversata da processi di secolarizzazione e di re-incanto senza soluzione di continuità, la mia ricerca segue un approccio interdisciplinare, nel quale la fenomenologia e la psicoanalisi sono esplorate con una particolare sensibilità per il pensiero filosofico della differenza sessuale e per gli studi teologici di genere.

La mia formazione filosofica è maturata dopo la laurea (conseguita a Verona nel 1995) come cultrice della materia in Storia della filosofia contemporanea e con un dottorato su Julia Kristeva (pubblicato con Mimesis), ed è proseguita come assegnista di ricerca con un progetto sulla mistica femminile (dal 1 marzo 2017 al 28 febbraio 2019, lavoro pubblicato da QuiEdit) e poi con un progetto annuale sull’esperienza della rinascita in alcuni itinerari filosofici del Novecento (dal 15 maggio 2019 al 14 maggio 2020, lavoro pubblicato da Nerbini).

La mia formazione teologica si è strutturata attraverso un Baccellierato in Teologia (ottenuto presso lo Studio Teologico San Zeno di Verona nel 2007 con una tesi su Maria Zambrano, pubblicata con Effatà), una Licenza in Teologia (presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano, nel 2010, con un lavoro su Jean-Luc Nancy) e un Dottorato in Sacra Teologia (nel febbraio 2017, alla Facoltà Teologica del Triveneto di Padova, con uno studio in dialogo con le neuroscienze, pubblicato da Cittadella).

Proseguo attualmente la mia attività di ricerca all’interno della Comunità Filosofica Diotima, che nell’Università di Verona approfondisce il pensiero della differenza sessuale, e all’interno del Coordinamento delle Teologhe Italiane, dove si elaborano teologie “di genere”. Poiché la mia sensibilità per la differenza sessuale si unisce all’interesse per gli affetti fenomenologicamente intesi e alla forza terapeutica delle parole e delle pratiche, faccio anche parte del Centro di ricerca FormaMentis, dell’Università di Verona (responsabile scientifico prof. Guido Cusinato).

Ho tenuto corsi di Teologia e di Filosofia all’Istituto di Scienze Religiose e allo Studio Teologico San Zeno di Verona, al Centro di Scienze Religiose di Trento, allo Studio Teologico Interprovinciale San Bernardino di Verona, alla Facoltà Teologica di Padova e ultimamente alla Facoltà Teologica Regina Apuliae di Bari. Ho insegnato per un modulo al Master di secondo livello, in Filosofia di Trasformazione all’Università degli Studi di Verona e per un modulo al Master di primo livello in Antropologia, cristianesimo e religioni nell’IeFP, organizzato dall’Università degli Studi di Verona e dalla Facoltà Teologica del Triveneto.

Faccio parte della segreteria di redazione della rivista «Per amore del mondo», «Esperienza e Teologia», legata all’ISSR e allo STSZ di Verona, del Comitato di redazione di «Credereoggi», rivista di divulgazione teologica legata alla casa editrice Il Messaggero di Padova.

Titoli conseguiti

  • Dottorato in teologia (2014-2017), Facoltà Teologica del Triveneto di Padova (summa cum laude); titolo tesi: Il Sé esposto tra memoria e desiderio: teologia, fenomenologia e neuroscienze in dialogo, seguita dal prof. Giorgio Bonaccorso.
  • Dottorato in filosofia (2010-2013), Università degli Studi di Verona; titolo tesi: L’ateismo mistico di Julia Kristeva, seguita dalla prof.ssa Wanda Tommasi;
  • Licenza in Teologia (2007-2010), Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano (summa cum laude); titolo tesi: Jean-Luc Nancy: ritorno o fine del religioso?, seguita dal prof. Pierangelo Sequeri;
  • Baccellierato in Teologia (2001-2007), Studio Teologico San Zeno di Verona (summa cum laude); titolo tesi: La luce della perla: Maria Zambrano tra filosofia e teo-logia, seguita dalla prof.ssa Cristina Simonelli;
  • Laurea in Filosofia (1991-1995), Università degli Studi di Verona (110/110 e lode); titolo tesi: Scienza e mistica in Simone Weil, seguita dalla prof.ssa Wanda Tommasi.

Abilitazioni universitarie (ASN)

  • Abilitazione alle funzioni di professore di II fascia in Filosofia morale (settore 11/C3), valida dal 25/10/2018 al 25/10/2027;
  • Abilitazione alle funzioni di professore di II fascia in Filosofia teoretica (settore 11/C1), valida dal 08/01/2020 al 08/01/2029;

Attività in corso

  • Docente a contratto di Storia della filosofia contemporanea all’Università di Verona (anno accademico 2020-2021);
  • Docente invitata di Teologia fondamentale e di Riletture contemporanee della vulnerabilità umana all’ISSR di Verona (anno accademico 2020-2021);
  • Docente invitata di Antropologia filosofica allo STSZ di Verona (anno accademico 2020-2021).

Attività didattiche precedenti

  • Docente invitata alla Facoltà Teologica Regina Apuliae di Molfetta (BA), con un corso su: il pathos come cifra di rivelazione (36 h, aprile-maggio 2019);
  • Docente all’ISSR di Verona in Temi di Antropologia, corso di specializzazione (28 h, febbraio-maggio 2019);
  • Docente per un Seminario sulla figura di Giobbe nella filosofia contemporanea, presso la Facoltà Teologica del Triveneto (Padova, anno accademico 2016/2017);
  • Docente di Antropologia Filosofica presso lo Studio Teologico San Zeno di Verona (dall’anno accademico 2012);
  • Docente di Filosofia della Conoscenza presso l’Istituto di Scienze Religiose San Pietro Martire di Verona (2012-2016);
  • Docente di Filosofia della Conoscenza ed Ermeneutica presso lo Studio Teologico San Zeno di Verona (2012-2016);
  • Docente a contratto per Storia della Filosofia contemporanea (p) e Storia della filosofia A (i), II modulo, parte II, presso l’Università degli Studi di Verona (2015-2016);
  • Docente a contratto all’interno del Master di II livello in Filosofia come via di Trasformazione, presso l’Università degli Studi di Verona;
  • Docente di Istanze contemporanee di Teologia Fondamentale I, presso il Centro di Scienze Religiose di Trento (2015-2016);
  • Docente a contratto nel Master di I livello in Antropologia, cristianesimo e religioni nell’IeFP, organizzato dall’Università di Verona e dalla Facoltà Teologica del Triveneto (2015-2016);
  • Docente di Teologia Fondamentale presso l’Istituto di Scienze Religiose San Pietro Martire di Verona (dal 2012);

Partecipazione a gruppi di ricerca

  • Membro del Coordinamento delle Teologhe Italiane (vicepresidente), costituito a Roma nel 2004 e specializzato nella ricerca teologica di genere;
  • Membro della Comunità filosofica Diotima, sorta nel 1984 all’interno dell’Università degli Studi di Verona, come gruppo di ricerca di docenti e pensatrici che mettono a tema la differenza sessuale;
  • Delegata del Coordinamento delle Teologhe Italiane per l’attività di ricerca CATI (Coordinamento Associazioni Teologiche Italiane), su temi della contemporaneità affrontati attraverso Seminari dalla fisionomia interdisciplinare;
  • Membro del centro di ricerca Forma Mentis (Università di Verona), che lavora su questioni legate agli affetti fenomenologicamente intesi e alla forza terapeutica delle parole e delle pratiche.

Partecipazione a comitati di redazione

  • «Per amore del mondo»
  • «Esperienza e teologia»
  • «Credereoggi»

Partecipazione a convegni, conferenze, seminari e giornate di studio, nazionali e internazionali

  • Lezione nel corso di Medicina Narrativa del prof. M. Testa (Università La Sapienza di Roma), dal titolo R-Esistere: respiro, ricordo, racconto. Parole di rinascita, (7 aprile 2021);
  • Relatrice al Ciclo di seminari Conversazioni dal sud. Pratiche politiche, educative e di cura (Istituto Universitario Don Giorgio Pratesi e Universidade Federal Do Parà), sul tema Fratelli tutti? Sogni e prospettive per una fratellanza-sorellanza planetaria oggi (29 marzo 2021);
  • Relatrice al Webinar Salute o salvezza? all’interno del progetto Genius Vitae (Pontificia Accademia per la Vita e Università Cattolica di Milano), con una relazione dal titolo Mistero e rinascita (26 marzo 2021);
  • Relatrice al Webinar Le donne nelle religioni del libro. Interculturalità e femminile (Università di Urbino Carlo Bo), con una relazione dal titolo Nel logorio del linguaggio: teologie femministe cristiane in un orizzonte di secolarizzazione (11 marzo 2021)
  • Relatrice al 4° Convegno Pietro Prini Il sacro oggi (Università di Trento), con una relazione dal titolo La fisionomia affettiva del sacro alla luce delle neuroscienze (28 ottobre 2020);
  • Relatrice al Grande Seminario di Diotima (Università di Verona) con una relazione dal titolo Rileggere ciò che ci è successo (09 ottobre 2020);
  • Relatrice al Webinar Si può? (Coordinamento delle Teologhe Italiane), con un intervento dal titolo Resistenze e inconscio collettivo. Quando la buona volontà non basta (5 settembre 2020);
  • 22 ottobre 2019, Guest lecture ai dottorandi presso il Dipartimento Religion and Transformation in Contemporary Society (Università di Vienna), dal titolo Getting out of a neutral paradigm: for a different theology, for a theology of difference/s;
  • 11 ottobre 2019, relazione presso la Fondazione Bernareggi di Bergamo, dal titolo I linguaggi del corpo: dialogo fra neuroscienze e teologia;
  • 4 settembre 2019, relazione introduttiva alla sessione Snodi teologici del Convegno nazionale dell’Associazione Teologi Italiani (ATI) dal titolo Ripensare l’umano. Neuroscienze, new-media, economia: sfide per la teologia;
  • 29-31 agosto 2019: relatrice al Seminario di ricerca del Dipartimento Humanisme et Numérique, (Collège des Bernardins, Parigi) sull’Antropologia del digitale, con una relazione dal titolo Ri-sentirsi. L’esperienza religiosa nell’era del digitale;
  • 11 aprile 2019, intervento dal titolo La questione gender, presso l’Accademia Alfonsiana, Istituto superiore di Teologia Morale (Roma), all’interno del corso multidisciplinare coordinato dal prof. G. Del Missier;
  • 14 marzo 2019, partecipazione al III Convegno Internazionale Vie della filosofia, percorsi al femminile: Maria Zambrano (organizzato dal liceo Plinio il Giovane di Perugia), con un intervento dal titolo La scrittura di Maria Zambrano tra filosofia e teo-logia;
  • 18 febbraio 2019, intervento all’interno del Seminario Maior Il sé tra ragione ed emozione, coordinato dai proff. N. D’Onghia e R. Massaro (Ciclo di Licenza in Antropologia Teologica della Facoltà teologica Regina Apuliae di Bari), dal titolo Ripensare il pathos come radice del pensiero e dell’azione;
  • 7 febbraio 2019, partecipazione come relatrice al seminario Dove va la morale? Etica delle generazioni, organizzato a Padova dalla Fondazione Lanza e dalla Facoltà Teologica del Triveneto, con un intervento dal titolo: Meditatio futuri: mettere al mondo la speranza;
  • 30 novembre 2018, relazione dal titolo Il tema del desiderio per le teologhe del CTI, tenuta all’interno del Seminario CATI Desiderare nel tempo della tecnica e dell’economia: soggetti e dinamiche, tenutosi a Roma dal 30 novembre al 1 dicembre 2018;
  • 18 ottobre 2018, Grido e benedizione, e 26 febbraio 2019 Lodare, interventi all’interno del corso Quando l’arte racconta la vita. La fragilità e il morire, presso l’associazione culturale Sophia, (ciclo con 2 CFU riconosciuti dall’Università di Verona);
  • 27 agosto 2018, Incongruenza dei modelli: la questione del genere, intervento al XVII Simposio della Società Italiana per la Ricerca Teologica (SIRT), dal titolo Abitare un mondo plurale, tenutosi a Venezia dal 26 al 29 agosto 2018;
  • 4 luglio 2018, relazione al XXVII Congresso nazionale dell’Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale (ATISM) tenutosi a Torino dal 3 al 6 luglio, dal titolo: Genere: antropologia delle differenze e/o ideologia dell’indifferenza?
  • 2 maggio 2018, intervento dal titolo Com-passione: restituire significati agli affetti, nella Giornata di studio organizzata dall’ISSR e dallo STSZ di Verona;
  • 19 marzo 2018, lezione sulla Mistica femminile contemporanea, all’interno del corso di Storia della filosofia contemporanea della prof.ssa W. Tommasi, dell’Università di Verona;
  • 16 dicembre 2017, partecipazione come relatrice al Master Universitario in Bioetica della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (sede di Torino), dal titolo Gender: identità o differenza?
  • 29 agosto 2017: relazione alla XLV Settimana di Studio dell’Associazione Professori di Liturgia (APL), dal titolo Mediazione di Cristo nella liturgia e differenza sessuale;
  • 5 settembre 2017: partecipazione come discussant al XXV Congresso nazionale dell’Associazione Teologica Italiana (ATI), con un intervento dal titolo Dio e la sua salvezza. Il dramma della storia e il compimento della libertà;
  • 1 settembre 2017, relazione dal titolo L’appassionarsi e il compatire nel Laboratorio di formazione AppassionArti, tenuto al Centro di spiritualità Mericianum (Brescia);
  • 22 novembre 2019, intervento all’inaugurazione dell’Anno Accademico dell’ISSR San Sabino (Bari) dal titolo il Sé affettivo e le neuroscienze;
  • Partecipazione come relatrice al Convegno Internazionale organizzato dal Centro di Ricerca “Forma Mentis” presso l’Università di Verona, dal titolo Presupposti teologici della filosofia di María Zambrano: Lettere da La Pièce (3 dicembre 2016);
  • Partecipazione come relatrice alla Giornata di Studio annuale della facoltà teologica del Triveneto Fascino e ambiguità del potere. Filosofia e teologia in dialogo (1 dicembre 2015);
  • Relatrice al convegno Papst Franziskus und die Revolution der zärtlichen Liebe (Università di Vienna) con un intervento dal titolo Stabat mater: pratiche trasformative in Evangelii Gaudium (15 novembre 2015);
  • Relatrice al II Convegno nazionale del Coordinamento delle Teologhe Italiane, con un intervento dal titolo: Lingua materna: storia di un’idea (13 novembre 2010);